hai aggiunto

  in ordine
Totale Prodotti:
Totale Prodotti MUTUABILI:

hai aggiunto

FERMENTI LATTICI, PROBIOTICI, PREBIOTICI. QUALI DIFFEREZE

 06-01-2021

Il nostro organismo è abitato da milioni di microrganismi, molti di questi risiedono nel tratto gastrointestinale e formano il MICROBIOMA. Tali batteri contribuiscono alla buona salute intestinale e un’alterazione nel loro equilibrio può causare disturbi.

Elementi essenziali per il mantenimento della flora batterica sono appunto i PROBIOTICI,  PREBIOTICI  E FERMENTI LATTICI,  significativamente differenti tra loro.

Vediamoli nel dettaglio:

I probiotici

I probiotici sono organismi vivi, sono batteri ma anche lieviti. La loro fonte alimentare principale è lo yogurt. La varietà di probiotici è vastissima. Tra i più comuni e familiari ci sono i batteri delle famiglie dei Lattobacilli e dei Bifidobatteri, mentre fra i lieviti il Saccharomyces boulardii

L’efficacia dei probiotici è ancora oggetto di studio.  La prevenzione della diarrea è uno degli ambiti in cui si sono rivelati più utili. È ciò che accade, per esempio, durante l’assunzione di antibiotici, farmaci che possono aumentare il rischio di feci liquide. I probiotici, in questo caso, possono limitare il rischio.

Importante  anche il ruolo dei probiotici nel ridurre gonfiore e flatulenza, caratteristici della sindrome dell’intestino irritabile.

I prebiotici

I prebiotici possono contribuire al riequilibrio del MICROBIOMA, favorendo la crescita dei batteri buoni. Sono contenuti in alimenti come cereali integrali, banana, cipolla, aglio, miele, carciofi e cicoria. La loro assunzione dunque aiuta i batteri amici della salute intestinale e riduce il rischio di disturbi.

La compresenza in un alimento di prebiotici e probiotici, lo rende un prodotto simbiotico; ne sono un esempio il latte fermentato, lo yogurt e il kefir, una bevanda a base di latte fermentato.

I fermenti lattici

“I fermenti lattici sono batteri e lieviti di origine umana ad azione probiotica che danno beneficio all’intestino aiutando a mantenere l’equilibrio della flora batterica intestinale. In particolare sono sostanze che producono acido lattico grazie alla fermentazione enzimatica di alcuni zuccheri solubili. Grazie ai fermenti lattici presenti nello yogurt e nei latti fermentati, anche tante persone intolleranti al lattosio possono consumare prodotti derivati dal latte. I batteri contenuti in questi alimenti sono in grado di metabolizzare il lattosio”

 

Fermenti LatticiProbioticiPrebiotici

Condividi questa news con il resto del mondo!